certificazione-bio-header_ok

Il biologico: parte integrante della nostra filosofia

Tutti i nostri vigneti sono coltivati seguendo i principi di un’agricoltura biologica. Un rispetto scrupoloso di ciò che la natura produce che si completa con un percorso di vinificazione mirato a valorizzare, senza snaturarlo, il frutto della vigna

Abbiamo cominciato la lenta conversione già nel lontano 2004, perché eravamo convinti che fosse la strada giusta da intraprendere per poter ottenere un’uva di grande qualità senza ricorrere alla chimica. Utilizziamo il sovescio per arricchire organicamente il terreno e renderlo più fertile così come utilizziamo i lieviti indigeni prelevati direttamente dalle nostre vigne. L’azienda è quindi un ecosistema in equilibrio e le nostre mani intervengono solo per preservarlo.

Un ecosistema che, nella nostra visione, è l’espressione più vera e peculiare di questo territorio. Vogliamo che sia la natura e le caratteristiche morfo-climatiche del nostro territorio a dettare i profumi e i sapori dei nostri vini. La chimica non potrebbe far altro che uniformare ciò che invece la natura rende unico. Per questo abbiamo scelto di lasciare al nostro lavoro una presenza discreta, mai invasiva e pensata sempre per valorizzare, senza snaturarli, i frutti della vigna.

Il miglior modo per far sì che in ogni prodotto si ritrovi la quintessenza di questo territorio

Per noi biologico significa prima di tutto attenzione al vigneto. Il vino chianti biologico nasce dalle nostre uve vengono coltivate senza utilizzare nessuna sostanza chimica di sintesi, senza organismi geneticamente modificati e nel rispetto delle tradizioni contadine che hanno fatto la storia della Tenuta. La stessa attenzione la troviamo in cantina. La vinificazione viene eseguita utilizzando solo prodotti enologici e processi autorizzati dal regolamento di riferimento del vino biologico. Il risultato finale quindi è quanto di più vicino alla vera natura di questo territorio ed esprime la sua identità più profonda.

Ogni annata di ogni vino racconta così una storia diversa, così come sono diverse le temperature, le piogge e le uve di ogni stagione. Di queste variabili cerchiamo di fare la nostra forza, lavorando in cantina in modo che ogni aspetto venga valorizzato senza essere stravolto, lasciando che l’uniformità di profumi e sapori lasci il posto a qualcosa di nuovo, di sorprendente e profondamente legato a queste terre.