Tra il Valdarno e il Chianti, in una zona vocata ai grandi vini

La Tenuta è in posizione dominante rispetto al territorio circostante, caratterizzato dalle tipiche colline del Chianti. Una posizione esattamente a cavallo tra il Valdarno e il Chianti senese.

La Tenuta si trova sospesa tra il Valdarno e le prime colline del Chianti, a pochi chilometri da Cavriglia e Gaiole. Da qui Firenze, Siena e Arezzo distano solo 30/35 chilometri.

Nel paesaggio della Toscana centrale, il Valdarno costituisce una zona di notevole prestigio, a grande vocazione vinicola, grazie alla vicinanza al Chianti e alla sua conformazione morfologica e al microclima presente.

Ma il territorio di Tenuta San Jacopo si caratterizza anche per la prossimità con il Chianti, beneficiando di una morfologia tipica di questa zona, di un’altitudine media ideale per la produzione di grandi vini e di una perfetta ventilazione.

Questo territorio a metà strada tra Valdarno e Chianti, a partire dal Medio Evo, comincia ad assumere quella conformazione paesaggistica che ancor oggi lo contraddistingue. E fu proprio in epoca medievale che questo lembo di Toscana fu teatro di aspre battaglie fra Firenze e Siena, impegnate a contendersi quello che pochi secoli dopo diverrà il territorio di uno dei vini più noti al mondo.

Così accanto ai villaggi, alle pievi e alle badie, furono costruiti castelli e roccaforti, che in tempo di pace, furono poi in parte trasformati in ville e residenze. La pace portò con sé una rinascita agraria capace di arricchire  il paesaggio con testimonianze relative ad una nuova organizzazione del lavoro. Sono di quel periodo, infatti, la maggior parte delle case coloniche e le sistemazioni poderali, tutt’oggi esistenti.

Il Chianti dei Colli aretini e il Valdarno della DOCG

Le caratteristiche del clima, del terreno e dell’altitudine rendono il Chianti una delle zone più importanti al Mondo per la produzione di vini e olii di grandissimo pregio. Oltre alla celeberrima area del Chianti classico, anche la sottozona dei Colli Aretini viene considerata come uno dei territori più vocati ai vini, e non solo ai grandi rossi.

Il Chianti rosso dei Colli Aretini si caratterizza per un colore va da un acceso rosso rubino a un rosso granato, intensificato con l’invecchiamento. Il profumo è quello tipico di un vino di grande carattere, finezza ed eleganza. In bocca risulta equilibrato, fruttato, leggermente tanninico.

Con il tempo il vino tende ad evolversi in un gusto ancora più raffinato, morbido e vellutato. Quelli dei Colli aretini sono rossi di forte carattere certo, ma di grande beva, perfetti anche per chi adora un vino più delicato e adatto da accostare anche con piatti di equilibrata sapidità.